La pizza crea dipendenza? Ecco, spiegato il perché

La pizza è un alimento a base di carboidrati che se condita con gli ingredienti giusti e nelle giuste quantità, non fa ingrassare e può essere considerata un vero e proprio pasto completo particolarmente amato da grandi e piccini senza alcuna distinzione, ecco perché non andrebbe mai esclusa dalla propria dieta ma andrebbe invece consumata settimanalmente e con la giusta consapevolezza.

Siamo sicuri che difficilmente troverete qualcuno a cui non piace la pizza mentre quasi certamente avrete incontrato diverse persone che, invece, mangerebbero la pizza anche più volte durante la settimana e la spiegazione del perché la pizza piace così tanto a molte persone nel mondo è legata a diversi fattori che potrebbero essere riassunti semplicemente nel fatto che la pizza crea dipendenza.

La pizza crea dipendenza: perché?

Diverse ricerche scientifiche recenti hanno dimostrato che la maggior parte delle persone è felice quando mangia una pizza margherita: un alimento gustoso, semplice e buonissimo che mette allegria alla vista ma soprattutto al palato, attestando così che essa crea una vera e propria condizione di dipendenza e dimostrando che esiste proprio l’assuefazione da pizza.

Alcuni ricercatori hanno chiesto a più di 2.000 persone cosa facessero per sentirsi felici e più della metà di loro ha risposto che per raggiungere la felicità, mangia una bella e buona pizza margherita. Condividere, infatti, una pizza con gli amici, con il proprio compagno o con la propria moglie, genera uno stato di benessere e di gioia assoluta proprio perché viene generalmente consumata in compagnia.

I ricercatori hanno capito che il ricordo dell’esperienza positiva condivisa, fa sì che se ne voglia ancora e non se ne possa fare più a meno ed proprio questo uno dei motivi per cui la pizza crea dipendenza e piace a tutti, senza alcun dubbio e senza distinzione, tra i giovani ma anche tra le persone più anziane.

La pizza, infatti, piace praticamente a tutti e per alcuni è una vera e propria “ossessione” culinaria alla quale non si può dire di no, in quanto rappresenta l’irrinunciabile piacere nelle tavole di tutto il mondo, dà dipendenza e a provocarla sarebbe proprio la sua composizione e l’insieme degli ingredienti utilizzati per condirla: una combinazione tra grassi, zucchero e sale capace di stimolare e soddisfare il cervello.

La pizza crea dipendenza: quale gusto?

Quando la pizza è fatta bene e nessuno degli ingredienti si sovrappone all’altro e i colori giocano un ruolo importante nella capacità di far venire l’acquolina in bocca, siamo certi che siete dinanzi al perfetto esempio di come la pizza crea dipendenza soprattutto se l’associamo ad una piacevole serata tra amici o con i nostri cari davanti ad un film oppure ad una partita in tv.

Il rosso intenso del pomodoro seduce gli occhi accostato al bianco della mozzarella e al colore del pane fresco e fragrante, a tutto questo si aggiunge la commistione di carboidrati e grassi, che dà un senso di ricompensa elevato e così, oltre a far felice il palato e il cervello, la pizza è spesso associata a momenti di relax o di divertimento in compagnia e proprio per questi motivi vi possiamo confermare che la pizza crea dipendenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment.

X

Iscriviti alla nostra newsletter e

Ricevi il

15%

sconto

sul tuo primo acquisto